Ottobre 27, 2012


wineup:

Il Salotto di Wineup nasce dalla volontà di dare vita a uno spazio conviviale, un piccolo salotto di cultura del vino e del cibo ma anche di letteratura, un luogo di ritrovo dove persone che spesso si incrociano un po’ di corsa nella quotidianità o in rete possano incontrarsi dal vivo e dedicarsi un po’ di tempo in relax.
Ne è nato un aperitivo fuorisalone in questi giorni del Salone del Gusto 2012, un modo per stare insieme degustando buoni vini e cibi di qualità, inclusi quelli di chi vive in altre regioni d’Italia e che può essere interessante scoprire.
Ecco perché agli invitati è stato chiesto di condividere con gli altri partecipanti un cibo “del cuore”, preferibilmente della loro zona d’origine.
Il vino sarà di alcuni produttori amici, viticoltori e persone in cui credo e di cui ho stima, sia personale sia professionale e che mi piacerebbe che anche gli amici, torinesi e non, conoscessero meglio.
Mi riferisco naturalmente a Gianluca Morino di Cascina Garitina, produttore di barbera e brachetto con cui lavoro da tempo e condivido molti progetti professionali.
E a Marilena Barbera, viticultrice siciliana, solare e coraggiosa proprietaria delle Cantine Barbera
E a Luca Ferraro, il cui Prosecco Colfondo Bele Casel sta facendo il giro del mondo.
E a Mattia Filippi, il Viticoltore Errante, e Rossella Marino Abate, bravissima enologa e del loro eroico vino trentino.
Questi vini mi appassionano, così come le persone che li producono, e spero di poterli reperire con maggiore frequenza nei ristoranti ed enoteche della mia città. Mi sarebbe piaciuto che potessero essere tutti con noi al Salotto, ma sono giorni densi di impegni e purtroppo alcuni di loro non potranno essere presenti. Non ho dubbi che ci seguiranno attraverso i tweet e le foto.
Ho scelto di condividere questa serata con il Direttore di Millevigne, Maurizio Gily, grande persona oltre che profondo conoscitore di vini, che ha sposato l’idea del Salotto di Wineup con passione e che ha deciso di regalarci una degustazione guidata di Nebbiolo di Carema, a cui è molto affezionato, la DOC più piccola d’Italia, un fazzoletto di terra in cui i vigneti si arrampicano sulle montagne.
L’organizzazione di questo Salotto è stata un’esperienza piacevole e per certi versi rilassante, anche se il tempo non è stato tantissimo.
Vorrei ringraziare tutti coloro che saranno presenti, inclusi gli amici conosciuti grazie a twitter, che si rivela sempre di più strumento per ri-conoscere persone con cui si condividono passioni e valori.
Un ringraziamento speciale:
- ai tutti i produttori che hanno messo a disposizione il loro vino (in ordine alfabetico): Marilena Barbera, Luca Ferraro, Mattia Filippi, Gianluca Morino e la Cantina dei Produttori Nebbiolo di Carema
-  al Direttore Maurizio Gily e a Gianluca Morino, che mi supportano e sostengono sempre nelle iniziative
- Sandra Salerno, famosa blogger torinese autrice di Un tocco di zenzero, @toccodizenzero, e Edoardo Montenegro autore del blog Torino Anni ‘10 e coautore del progetto di riscrittura #LunaFalò, per il prezioso supporto e la pazienza :-)
-  Rossella Marino Abate per la sua splendida amicizia e molto altro (tra cui una sorpresa a fine Salotto)
- Luca Ferrua, Caporedattore e giornalista de La Stampa di Torino, per aver citato il mio piccolo salotto in questo articolo

wineup:

Il Salotto di Wineup nasce dalla volontà di dare vita a uno spazio conviviale, un piccolo salotto di cultura del vino e del cibo ma anche di letteratura, un luogo di ritrovo dove persone che spesso si incrociano un po’ di corsa nella quotidianità o in rete possano incontrarsi dal vivo e dedicarsi un po’ di tempo in relax.

Ne è nato un aperitivo fuorisalone in questi giorni del Salone del Gusto 2012, un modo per stare insieme degustando buoni vini e cibi di qualità, inclusi quelli di chi vive in altre regioni d’Italia e che può essere interessante scoprire.

Ecco perché agli invitati è stato chiesto di condividere con gli altri partecipanti un cibo “del cuore”, preferibilmente della loro zona d’origine.

Il vino sarà di alcuni produttori amici, viticoltori e persone in cui credo e di cui ho stima, sia personale sia professionale e che mi piacerebbe che anche gli amici, torinesi e non, conoscessero meglio.

Mi riferisco naturalmente a Gianluca Morino di Cascina Garitina, produttore di barbera e brachetto con cui lavoro da tempo e condivido molti progetti professionali.

E a Marilena Barbera, viticultrice siciliana, solare e coraggiosa proprietaria delle Cantine Barbera

E a Luca Ferraro, il cui Prosecco Colfondo Bele Casel sta facendo il giro del mondo.

E a Mattia Filippi, il Viticoltore Errante, e Rossella Marino Abate, bravissima enologa e del loro eroico vino trentino.

Questi vini mi appassionano, così come le persone che li producono, e spero di poterli reperire con maggiore frequenza nei ristoranti ed enoteche della mia città. Mi sarebbe piaciuto che potessero essere tutti con noi al Salotto, ma sono giorni densi di impegni e purtroppo alcuni di loro non potranno essere presenti. Non ho dubbi che ci seguiranno attraverso i tweet e le foto.

Ho scelto di condividere questa serata con il Direttore di Millevigne, Maurizio Gily, grande persona oltre che profondo conoscitore di vini, che ha sposato l’idea del Salotto di Wineup con passione e che ha deciso di regalarci una degustazione guidata di Nebbiolo di Carema, a cui è molto affezionato, la DOC più piccola d’Italia, un fazzoletto di terra in cui i vigneti si arrampicano sulle montagne.

L’organizzazione di questo Salotto è stata un’esperienza piacevole e per certi versi rilassante, anche se il tempo non è stato tantissimo.

Vorrei ringraziare tutti coloro che saranno presenti, inclusi gli amici conosciuti grazie a twitter, che si rivela sempre di più strumento per ri-conoscere persone con cui si condividono passioni e valori.

Un ringraziamento speciale:

- ai tutti i produttori che hanno messo a disposizione il loro vino (in ordine alfabetico): Marilena Barbera, Luca Ferraro, Mattia Filippi, Gianluca Morino e la Cantina dei Produttori Nebbiolo di Carema

-  al Direttore Maurizio Gily e a Gianluca Morino, che mi supportano e sostengono sempre nelle iniziative

- Sandra Salerno, famosa blogger torinese autrice di Un tocco di zenzero, @toccodizenzero, e Edoardo Montenegro autore del blog Torino Anni ‘10 e coautore del progetto di riscrittura #LunaFalò, per il prezioso supporto e la pazienza :-)

-  Rossella Marino Abate per la sua splendida amicizia e molto altro (tra cui una sorpresa a fine Salotto)

- Luca Ferrua, Caporedattore e giornalista de La Stampa di Torino, per aver citato il mio piccolo salotto in questo articolo

7 note
See Post

repeat from Wineup

Aprile 2, 2012


La mia Vendemmia in Australia

Riporto la prima parte del mio diario di vendemmia fatto dall’altra parte del mondo, Australia, pubblicato qualche giorno fa su www.wining.it! Ringrazio Umberto Gambino per questa possibilità..

1 nota
See Post tags #vintage2012 #Australia #Wine #Emozioni #Wining #Lands

Gennaio 6, 2012


Il profumo

"…Poichè gli uomini potevano chiudere gli occhi davanti alla grandezza, davanti all’orrore, davanti alla bellezza, e turarsi le orecchie davanti a melodie o a parole seducenti. Ma non potevano sottrarsi al profumo. Poichè il profumo era fratello del respiro. Con esso penetrava negli uomini, a esso non potevano resistere, se volevano vivere. E il profumo scendeva in loro, direttamente al cuore, e là distingueva categoricamente la simpatia dal disprezzo, il disgusto dal piacere, l’amore dall’odio. Colui che domina gli odori, dominava i cuori degli uomini.. " 

Patrick Suskind, Il profumo 

3 note
See Post

Novembre 24, 2011


Marsala Florio Vintage

Marsala Florio Vintage

8 note
See Post tags #Marsala #Wine #Sicily

Novembre 22, 2011


…bere un’ombra è un rito sociale, una dichiarazione di amicizia e solidarietà che si rinnova di giorno in giorno, di ora in ora. La leggenda vuole che in tempi lontani il vino venisse venduto in piazza San Marco da venditori ambulanti. Questi erano soliti seguire l’ombra del Campanile, affinché il vino rimanesse fresco.

Andar a ombre (via studiocru)

(via studiocru)

3 note
See Post tags #Vino #Storia

repeat from Cocco in polvere

Novembre 21, 2011


(via marviny)

18 note
See Post

repeat from

Novembre 16, 2011



Decanter writes: The circular barrel cellar at Chateau Lafite-Rothschild - it really has to be seen to be believed.

Decanter writes: The circular barrel cellar at Chateau Lafite-Rothschild - it really has to be seen to be believed.

(Fonte: mywineadventure, via marviny)

18 note
See Post

repeat from My Wine Adventure

Novembre 8, 2011


La mia vendemmia, riflessioni di un EnologA…

Non vi voglio parlare di un vino, di un’azienda, di un territorio o di un vigneto, ma per la prima volta, del mio lavoro di enologa (ecco, io preferisco il femminile!).

La vendemmia 2011 la ricorderò per vari motivi che hanno segnato il mio percorso professionale, un cambiamento radicale e nuove sfide professionali alle porte, tutto catalizzato dalla voglia di conoscenza e dal bisogno di migliorarsi. Sono passata al cosiddetto “faccio da me” e la cosa, se pur azzardata e eccitante, non mi ha spaventata…anzi mi ha dato quella carica di energia positiva che ricercavo.

Ma ritorniamo alla mia vendemmia…

Cos’è per me la vendemmia??

Oltre a quel processo di trasformazione dell’uva in vino (e bla, bla, bla) è soprattuto un insieme di emozioni e sensibilità… un full immersion che per giorni, settimane, mesi,non ti da respiro. Si corre in equilibrio sopra una corda che vibra e cerchi di suonare la miglior musica possibile, inizi suonando musica classica con ordine e metodo e poi a volte finisci facendo jazz, l’importante è che tutto riesca con armonia.

La vendemmia e talmente eccitante che la stanchezza nemmeno la senti, meravigliandoti a volte che sia già notte ed i giorni volano perché tutto in torno a te è in fermento.

Credo che chi faccia questo lavoro, debba avere una spiccata sensibilità ma soprattutto tanta passione.

Perché è vero che è un susseguirsi di reazioni chimiche nel mosto, ma anche di reazioni dentro di noi, la corda continua a vibrare e suonare anche prima di addormentarsi e si pensa a ciò che si deve fare tra qualche ora al risveglio…Fantastico!!!


(Scrivo adesso questo post, perché per me la vendemmia 2011 è terminata adesso, per me finisce solo quando tutti i vini, “i miei figlioletti”, “riposano” per l’affinamento…)

La mia vendemmia fortunatamente dura mesi, adoro i profumi fermentativi, così gentili, avvolgenti, forti e prepotenti;

gli assaggi, le decisioni, i problemi, assaporare l’uva appena raccolta e deciderne il futuro, immergere le mani nelle vinacce, esauste (perché le faccio stancare!)   inebriandosi, annusandole! Ogni tanto annusare delle fecce, scoprire che possono essere profumate tanto quanto il vino e pensare…”vedrai questo vino promette bene”.

Girare tutto il giorno per la cantina con in una tasca il telefono che squilla e nell’altra il bicchiere sapendo che il secondo ha sempre la prelazione sul primo!


Questo è il mio lavoro, che mi fa sentire viva e presente dentro ad un processo di trasformazione, quasi magico..

Credo di essere innamorata del vino, perché è un continuo vibrare dell’anima, la mia!

Ora attendo la prossima, ma spero arrivi a Marzo e chissà magari nel nuovo mondo…

a presto!

Rossella

40 note
See Post tags #Wine #Winemaker #Sicily #Trentino #Experience

Novembre 2, 2011


vinewandering:

#11111 dopo 2 anni in cantina esce #equinotium #doctrentino #riserva 2009  http://vinewandering.tumblr.com #vino #trentino #faedo #dolomiti #aziendaagricolafilippimattia #vinewandering #Viticoltorerrante  (Taken with instagram)

vinewandering:

#11111 dopo 2 anni in cantina esce #equinotium #doctrentino #riserva 2009 http://vinewandering.tumblr.com #vino #trentino #faedo #dolomiti #aziendaagricolafilippimattia #vinewandering #Viticoltorerrante (Taken with instagram)

12 note
See Post tags #VineWandering #Trento Doc #Riserva #Dolomiti #AziendaagricolaFilippiMattia #Vino

repeat from VineWandering

Ottobre 10, 2011


elmotell:

iClouds (Taken with instagram)

elmotell:

iClouds (Taken with instagram)

24 note
See Post tags #Panorama #Egadi #Marsala #Elmotell

repeat from ALBICOCCA | ARCHITETTI